• Andrea Nadir Orazi

Ansuz la via del Guerriero Divino

“Sono Wotan, Odino il guercio, sono il primo sciamano, il viandante, l'eremita, colui che conosce gli antichi sussurri. Ho sacrificato il mio occhio, sono rimasto senza cibo e senza idromele, avevo la mia lancia conficcata nel costato, sono stato appeso per nove giorni e nove notti, al sacro Yggdrasil albero della vita e della morte, per conoscere il mistero oltre la trama del Wyrd”

di Johanne Bureus mio amato maestro: "Le iscrizioni mistiche come le lettere ebraiche e le rune, si trovano dovunque in natura, costituiscono schemi fondamentali che l'uomo può decifrare. Le scritture divine macrocosmiche sono il linguaggio scritto dal divino, l'uomo stesso è il terzo libro quello del microcosmo divino."


La parola Runa ha svariati significati, ma quelli più conosciuti sono sussurro e mistero, proprio come i silenti alberi, le rune hanno bisogno di essere ascoltate nel silenzio per poter essere comprese profondamente, sono strumenti potentissimi di ricerca spirituale e conoscenza esoterica.

Ansuz, la runa di Odino la sua iconografia rappresenta il Bifröst, il ponte che connette il regno di Ásgarð, dove risiedono gli Dei, in cima all’Yggdrasill l’albero della vita, che tiene insieme l’intero universo, composto da nove regni.

Questa runa rappresenta la connessione (maschile) con gli Dei, ed è portatrice dei messaggi di Odino,inoltre è la runa che ci permette di connetterci a tutte le energie superiori.

La parola Ansuz significa messaggio, è una runa connessa con il dono della parola, della scrittura e di ogni arte oratoria.

L'arcobaleno Ansuz, hanno una connessione importantissima, ci insegna che questa runa è la quinta essenza della luce, ogni colore dell'arcobaleno può essere associato a una qualità essenziale del guerriero, degno di entrare ad Ásgarð.

Dobbiamo fare nostro il potenziale dell'arcobaleno, per poter attraversarne il ponte e comunicare con gli Dei. Andare oltre lo spettro dei colori, trasformandoci in quello che potrebbe essere identificato come il guerriero perfetto, senza macchia, pronto alla morte di fronte agli inganni e alla schiavitù.

Dipinto Ansuz, Olio su tela 60x60 cm di Andrea Nadir Orazi (collezione privata)


23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti