• Andrea Nadir Orazi

William Blake Artista Esoterico

" William Blake (1757-1827), fin dalla prima infanzia sembra essere afflitto da delle strane apparizioni. All’età di quattro anni, ebbe la sua prima visione: Dio stesso che gli appare alla finestra. Compiuti gli otto anni, le visioni diventarono ricorrenti; raccontò alla madre di aver visto il profeta Ezechiele sotto un albero. Anticipando curiosamente in qualche similitudine il celeberrimo caso clinico freudiano dell’uomo dei lupi, sempre nello stesso anno, sostenne di aver visto degli angeli sugli alberi."

Questo artista visionario, è conosciuto dai più come poeta preromantico, ma meno conosciuto per le sue incisioni e le sue opere artistiche di forte evocazione esoterica, le opere di Blake richiamano allo studio dell'alchimia e della Cabala, e anche nelle sue poesie si nascondono segreti iniziatici per chi li sa cogliere.

Ho fatto di quest'artista uno dei miei maestri e da anni studio le sue opere, che evocano in me archetipi e connessioni interessanti con il mondo dello spirito.

Nel 1795 realizzò la sua prima serie Elia sul Carro di Fuoco, Newton, La casa della Morte, Elohin che crea Adamo; possiamo comprendere che in questa epoca di lumi, Blake si è scontrato con la società del suo tempo la quale voleva focalizzare tutto sulla ragione, cercando di esprimere attraverso le sue arti, il mondo dell'invisibile, che riusciva a scorgere grazie alle sue doti innate e alla sua arte medianica, possiamo ritrovare in Blake anche il precursore dell'arte simbolista, la quale ha percorso lo stesso sentiero nella seconda metà del 1800.


Conclusioni Personali:

Posso affermare che grazie alle opere di William Blake, ho potuto attingere a portali dimensionali, che mi hanno permesso di ispirare la mia arte, e sono onorato di continuare parte del suo lavoro e di altri artisti che come lui, hanno cercato di risvegliare il potere spirituale delle persone attraverso le loro arti.

Questo per quanto mi riguarda è il fine ultimo dell'arte, risvegliare le coscienze, permettendo un recupero di quei talenti latenti nascosti nello spirito dell'essere umano; quello che io definisco "la vera Arte Sacra".

Andrea Nadir Orazi


Opera di William Blake



45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti